Vai al contenuto

Green in casa: una semplice ed efficace guida

    Uno dei temi più importanti e attuali è sicuramente la “questione ambiente” e cosa possiamo fare noi in concreto per ridurre il nostro impatto ambientale sul pianeta. Spesso, però, capita di pensare di più ai nostri atteggiamenti fuori nel mondo esterno rispetto a quelli dentro le mura domestiche. Al contrario, invece, non bisognerebbe assolutamente sottovalutare i propri comportamenti e le proprie abitudini all’interno della propria casa. Difatti essere green significa esserlo ovunque ed è dalla propria abitazione che bisogna iniziare ad adottare uno stile di vita ecosostenibile. Ecco perché allora noi di Helpling abbiamo deciso di darvi qualche semplice e breve consiglio per essere green in casa. In questo modo potrete ridurre non solo il vostro impatto sull’ambiente, ma anche risparmiare da un punto di vista economico.

    Attenzione agli apparecchi elettronici

    Ancora troppo spesso – invece che spegnerli – lasciamo molti dei nostri apparecchi elettronici in stand-by, consumando dell’inutile energia. Inoltre una buona pratica prima di andare a letto dovrebbe essere anche quella di staccare le spine del proprio televisore, modem, microonde ed eccetera. Infatti non è da sottovalutare la questione dell’inquinamento elettromagnetico, prodotto da quegli apparecchi spenti che sono comunque ancora collegati all’energia elettrica. Per risparmiare ulteriormente sull’utilizzo dell’energia potete poi optare anche per delle luci a led. In effetti il basso consumo dell’illuminazione a led si traduce in un minore utilizzo di energia che alleggerirà le vostre spese. Infine si può affermare come con lo sviluppo della domotica, le nostre abitazioni sono destinate a divenire sempre più intelligenti, regolando ad esempio autonomamente il termostato e l’avvio degli elettrodomestici per consumare una minor quantità di energia.

    essere green

    Un po’ di verde per la vostra casa

    Per essere green in casa e limitare il più possibile l’inquinamento tra le quattro mura domestiche, una soluzione necessaria e intelligente potrebbe essere quella di crearsi un piccolo spazio verde. Difatti le piante non servono solamente a decorare e a profumare la casa, ma possiedono anche (e soprattutto) una funzione purificatrice dell’aria. Insomma si tratta di veri e propri depuratori d’aria, richiedenti una semplice cura e capaci di diminuire notevolmente il livello di sostanze nocive nell’aria. Le specie migliori da questo punto di vista sono l’Aloe, la Sansevieria, il Pothos, la Dracena, l’Azalea, il Ficus, lo Spatifillo e il Falangio. Esse infatti sono in grado di assorbire le particelle nocive che aleggiano nell’ambiente casalingo.

    essere green

    Utilizzare detersivi ecologici e prodotti naturali

    Per far sì che non peggiori la qualità dell’aria all’interno della vostra casa, non è sufficiente solo arieggiare in maniera frequente le stanze. Un’altra accortezza per voi e chi vi sta intorno, è quella di eliminare detergenti aggressivi, incensi, candele e deodoranti per ambiente con ingredienti non naturali. Preferite ad essi detersivi ecologici, deodoranti e profumatori naturali a base di oli essenziali. Tutti prodotti naturali acquistabili comodamente in un semplice supermercato. In questo modo renderete la vostra casa più green, evitando di danneggiare la vostra salute e riducendo il vostro impatto sull’ambiente.

    Fare la raccolta differenziata

    Un’altra questione estremamente delicata è quella della raccolta differenziata, una prassi che pian piano sta diventando automatica e che deve cominciare dalle nostre case. A volte, però, il riciclo dei rifiuti viene compromesso dalla nostra pigrizia, la quale rischia di non farci separare correttamente tutta la spazzatura. Per questo motivo è bene imparare ad attrezzarsi e organizzarsi per la raccolta dei rifiuti in casa. Per rendere la propria abitazione più green un’idea potrebbe essere quella di procurarsi qualche pattumiera di design da poter posizionare nei diversi punti strategici della propria casa. In questo modo non solo raggiungerete lo scopo di essere più green e rispettare l’ambiente, ma otterrete anche uno spazio più ordinato e funzionale. Ad esempio in cucina sarebbe opportuno tenere una pattumiera per il vetro e altre due per la plastica e la carta, oltre a una per l’organico. In bagno un comodo ed efficiente cestino dei rifiuti.

    Cestini spazzatura

    Come sempre aggiungiamo il consiglio più semplice da seguire.

    Questo post pubblicato su this site

    Condividi con gli amici!