Musica per matrimonio: come risparmiare?

I ricevimenti di lusso appartengono al passato e ai vip e, oggigiorno, non tutti possono permettersi di spendere cifre esagerate per un matrimonio; il giorno più bello della propria vita può comunque essere indimenticabile con alcuni piccoli consigli. Noi vi aiuteremo con la gestione della parte musicale, che molti non ritengono fondamentale, eppure la musica può determinare le sorti di un matrimonio.

Musica per matrimonio come risparmiare

Il rapporto qualità/prezzo nella scelta del musicista potrebbe far pensare che ad un cachet basso corrisponda un servizio scadente, eppure non è sempre così. Invece del rinomato quartetto d’archi o della cover band del vostro cantante preferito, potete contattare un musicista che è capace di suonare, cantare, ballare e che ha tutta l’attrezzatura necessaria per far trascorrere ai vostri ospiti e anche a voi una giornata davvero indimenticabile.

Animare un matrimonio è un lavoro impegnativo che non può essere svolto da una sola persona tuttavia alcuni musicisti, per venire incontro alle esigenze economiche degli sposi, hanno scelto di investire i propri risparmi per acquistare impianti complessi dotati di attrezzature per karaoke che gli consentono di riposare la voce mentre gli invitati si divertono a cantare. Un sottofondo musicale disco degli anni ’60, ’70 e ’80 ha un successo assicurato perché soddisfa le esigenze di tutti, giovani e meno giovani, ovviamente non possono mancare i balli di gruppo e il lungo trenino che attraversa la sala del ricevimento. Per non avere brutte sorprese assicuratevi che il musicista da voi scelto sia regolarmente iscritto all’INPS .

Navigando su internet è possibile trovare molti artisti che offrono servizi musicali economici; sempre online esistono specifici motori di ricerca per musicisti, che consentono di trovare gruppi e dj per il proprio matrimonio o evento aziendale (ad esempio su Musiqua.it è possibile scegliere i gruppi in base alla provincia e al genere musicale).

Un altro consiglio è quello di fare un’indagine tra amici e conoscenti che sapranno consigliarvi circa i nomi più richiesti. Non vorrete mica trovarvi come animatore il sosia di Brontolo! Molti sposi scelgono di affidare la gestione della parte musicale ad un amico, un’ottima soluzione a costo zero (anche se vi ricordiamo che bisogna sempre pagare la SIAE, per evitare incartamenti e perdite di tempo è opportuno rivolgersi ai gestori del luogo dove si tiene il ricevimento). Dovrete scegliere una persona di cui vi fidate e che al taglio del torta sceglierà una canzone romantica e non la sigla dei Pokemon. Potrete dargli alcune indicazioni e una scaletta di pezzi che preferite.