Tè verde abbassa la pressione sanguigna e molto altro…

Tè verde riduce la pressione sanguigna e molto altro

 Tè verde abbassa la pressione sanguigna, e molto altro…L’acqua pura è di gran lunga la bevanda ideale di scelta, ma il tè di alta qualità può essere una preziosa aggiunta. Non solo tè Reidrata così come l’acqua , la maggior parte dei tè hanno anche benefici per la salute.

Alta qualità di tè verde in particolare, contiene polifenoli antiossidanti che sono riconosciuti per le loro proprietà di prevenzione delle malattie e anti-invecchiamento. I polifenoli possono rappresentare fino al 30 per cento del peso secco di foglie di tè verde.

All’interno del gruppo di polifenoli sono flavonoidi, che contengono catechine. Uno dei più potenti catechine è epigallocatechina-3-gallato (EGCG), che si trova nel tè verde. EGCG ha dimostrato di avere un impatto positivo una serie di malattie e condizioni.

La ricerca precedente ha dimostrato che i polifenoli del tè verde agiscono sui percorsi molecolari per arrestare la produzione e la diffusione delle cellule tumorali. Essi scoraggiano anche la crescita dei vasi sanguigni che alimentano i tumori.

EGCG agisce anche come agente antiangiogenic e antitumorale, e aiuta a modulare la risposta delle cellule tumorali alla chemioterapia. I risultati dello studio mostrano anche EGCG può essere utile per la prevenzione di arteriosclerosi, trombosi cerebrale, infarto, ictus e parte in causa della sua capacità di rilassare le arterie e migliorare il flusso di sangue.

The matcha

Il tè verde abbassa la pressione sanguigna naturalmente

Alcune delle più recenti ricerche in questo settore confermano ancora una volta tali benefici per la salute. Dopo aver analizzato 25 studi randomizzati e controllati, la revisione sistematica, pubblicata sul British Journal of Nutrition nel mese di ottobre ha concluso che l’assunzione di tè a lungo termine ha migliorato in modo significativo la pressione sanguigna. Come riportato in Time Magazine:

“Dopo 12 settimane di bere il tè, la pressione sanguigna era più bassa di 2,6 mmHg sistolica e 2,2 mmHg diastolica. Il tè verde ha avuto i risultati più significativi, mentre il tè nero non ha dato igli stessi risultati …

La riduzione della pressione arteriosa sistolica di 2,6 mmHg ‘ci si aspetterebbe per ridurre il rischio di ictus dell’8 per cento, la mortalità coronarica malattia dell’arteria di mortalità di 5 per cento e per tutte le cause del 4 per cento a livello della popolazione …’ “

Il grado per determinare esattamente la quantità di tè è necessario bere per ricevere questi benefici, una serie di studi precedenti hanno suggerito la quantità ideale è di circa tre a quattro tazze di tè al giorno.

Per esempio, uno studio del 2007 trovato “prove evidenti”, mostrando che tre o più tazze di tè, in questo caso tè nero-ridotto il rischio di malattia coronarica.

Allo stesso modo, bere 3-4 tazze di tè verde al giorno ha dimostrato di promuovere il cuore e la salute cardiovascolare, ancora una volta si è dimostrato della sua capacità di rilassare i vasi sanguigni e la protezione contro i coaguli di sangue.

Tulsi Tè verde

Tè verde contro l’obesità, il diabete e il morbo di Alzheimer

Ci sono alcuni composti e sostanze nutritive che sembrano avere vicino potenziali per la salute illimitata, e catechine sono parte di quel pacchetto. Fortunatamente, tè verde di alta qualità è una fonte eccellente di questi antiossidanti, rendendoli facilmente disponibili.

Oltre ai suoi effetti benefici sul sistema circolatorio, studi precedenti hanno dimostrato che l’EGCG, in particolare, ha un effetto regolatore sul metabolismo dei grassi, aumentando così l’ossidazione dei grassi e prevenire l’obesità. Si può anche contribuire a migliorare la prestazione atletica.

Nel 2010 studio di valutazione del potenziale di EGCG in perdita di peso, dove hanno trovato che aumenta l’ossidazione dei grassi da un rispettabile 33 per cento. EGCG può anche aiutare la perdita di peso inibendo lo sviluppo delle cellule di grasso e aumentando l’escrezione di grassi. L’obesità e il diabete tendono ad andare di pari passo, e ciò che è utile per uno di solito è benefico.

In effetti, uno studio sugli animali ha scoperto che l’EGCG è risultato efficace quanto il farmaco diabetico Avandia in topi diabetici moderatamente, suggerendo il tè verde, o un estratto di tè verde di alta qualità, potrebbe essere utile per la prevenzione e / o trattamento del diabete.

I ricercatori hanno anche scoperto che il tè verde ha il potenziale per migliorare la funzione del cervello, e prevenire associate all’età degenerazione cerebrale.

In particolare, EGCG sembra diminuire la produzione della proteina beta-amiloide, che può accumularsi nel cervello, causando danni ai nervi e la perdita di memoria nel tempo – una condizione correlata alla malattia di Alzheimer.

In uno studio, pubblicato nel 2005, i ricercatori hanno iniettato EGCG puro in topi geneticamente programmati per sviluppare il morbo di Alzheimer; i risultati hanno mostrato un calo di ben il 54 per cento nella placca associati con il morbo di Alzheimer.

Altri benefici per la salute di tè verde

Catechine nel tè verde può anche aiutare a proteggere contro il glaucoma e altre malattie degli occhi. In uno studio, scienziati hanno analizzato il tessuto oculare da topi che hanno bevuto il tè verde e ha scoperto che i tessuti oculari, come la lente e la retina si era di fatto assorbito da catechine del tè verde.

Secondo gli autori, lo stress ossidativo provoca disturbi biologici quali danni al DNA e l’attivazione di enzimi proteolitici che possono portare a danni alle cellule dei tessuti o disfunzione e, infine, malattie oftalmiche. Catechine del tè verde sono stati trovati anche utili per:

  • Abbassare il rischio di cancro al seno

  • Ad alleviare l’infiammazione e il dolore associato con l’artrite reumatoide (RA)

  • Ridurre il rischio di malattie autoimmuni

  • Promuovere gengive sane

  • Migliorare la digestione

Una pomata botanica contenente un estratto di tè verde è stata anche trovata utile per essere un trattamento efficace per le verruche genitali e anali esterni, secondo i risultati di uno studio del 2008. genitali e verruche anali sono causate dal papillomavirus umano (HPV), e non vi è stata la mancanza di efficaci trattamenti ben tollerati.

I ricercatori assegnati più di 500 adulti con un massimo di 30 verruche a ricevere trattamento con una pomata contenente sinecatechins, o un placebo. Nei gruppi sinecatechins, verruche sono state eliminate completamente in circa il 57 per cento dei pazienti, rispetto ad appena il 34 per cento dei soggetti del gruppo di controllo.

Qualità tè verde

Tra le infinite varietà di tè , c’è una manciata che mi sento di raccomandare di bere. I miei due preferiti sono il tè verde Matcha e Tulsi, una potente erba adattogena che fornisce anche importanti benefici terapeutici.

Il tè verde, in generale, è tra i tipi meno elaborati di tè, è per questo che contiene alcune delle più alte quantità di EGCG. A differenza di altri tè che sono deformati, Matcha tè si presenta sotto forma di una polvere che si aggiunge ad acqua.

Tè Matcha può contenere più di 100 volte la EGCG fornito da regolare tè verde fermentato, e dal momento che si sta consumando l’intera foglia di tè, è stai ricevendo il massimo beneficio da ogni tazza di tè che bevi.

Oltre ad essere un’ottima fonte di antiossidanti, il tè verde è anche ricco di vitamine A, D, E, C, B, B5, H e K, manganese e altri minerali benefici quali zinco, cromo e selenio. Un segno rivelatore di alta qualità è che il tè verde è in realtà. Se il tè verde sembra marrone invece che verde, è probabilmente stato ossidato, quello può danneggiare o distruggere molti dei suoi composti più preziosi.

Per amplificare i benefici del tè verde, aggiungere uno spruzzo di succo di limone per la vostra tazza. Precedenti ricerche hanno dimostrato che la vitamina C aumenta in modo significativo la quantità di catechine disponibile per il vostro corpo di assorbire. In realtà, il succo di agrumi aumentata i livelli di catechina disponibili da più di cinque volte, causando l’80 per cento di catechine del tè di rimanere biodisponibili!

Tè può essere una parte importante di una dieta sana

Se vi piace il tè verde, con tutti i mezzi aggiungere un paio di tazze al giorno. Basta essere sicuri di bere il tè verde . L’aggiunta di zucchero, latte, o altri “abbellimenti” (una eccezione po ‘di succo di agrumi), può contrastare molti dei benefici del tè. Anche in questo caso, il tè verde contiene la più EGCG di tutte le varietà di tè, e, a parte l’acqua, credo che il tè verde di alta qualità è una delle bevande più utili, che si può consumare.

Un’altra scelta eccellente è il tè Tulsi, che è anche molto ricco di antiossidanti. La chimica complessa e unica di questa erba aromatica offre anche benefici che vanno al di là di quella di altri tè. Tè Tulsi contiene centinaia di composti benefici conosciuti come composti vegetali e sostanze fitochimiche non nutritivi che hanno proprietà protettive e di promozione della salute. Lavorando insieme, questi composti possiedono potenziale antiossidante, adattogena, e le proprietà immuno-miglioramento in grado di combattere lo stress e contribuire a promuovere la vostra salute generale in diversi modi, tra cui:

  • Rafforzare il sistema immunitario

  • Fornire con un effetto calmante e sollievo dallo stress occasionale

  • Promuovere il metabolismo sano

  • Aiutare a mantenere livelli ottimali di zucchero nel sangue

  • Sostenere i livelli di colesterolo normali

By Dr. Mercola

Sorgenti e ricerche per articolo: Tè verde abbassa la pressione sanguigna, e molto altro…

Biochem Pharmacol. 2011 Dec 15; 82 (12): 1807-1821

  • EurekaAlert dicembre 2004

  • Biochem Pharmacol. 2011 Dec 15; 82 (12): 1807-1821

  • Eur J di Prevenzione e Riabilitazione Cardiovascolare, giugno 2008, 15 (3): 300-305

  • British Journal of Nutrition Ottobre 2014: 112 (7); 1043-1054

  • Tempo 21 Ottobre 2014

  • Tempo 3 Luglio 2008

  • European Journal of Clinical Nutrition gennaio 2007; 61 (1): 3-18

  • Tempo 3 Luglio 2008

  • European Journal of Clinical Nutrition luglio 2010; 64 (7): 704-13

  • La Cina 21 set 2007

  • Eur J Clin Nutr. 2008 Agosto; 62 (8): 953-60

  • The Journal of Neuroscience, 21 settembre 2005, 25 (38): 8807-8814

  • Journal of Agricultural and Food Chemistry 10 febbraio 2010; 58 (3): 1523-1534

  • Medical News 30 Aprile 2007

  • Ostetricia e Ginecologia, giugno 2008; 111 (6): 1371-1379