Viaggi a Casablanca – vacanze in Marocco

Viaggi a Casablanca – vacanze in Marocco. Le località esotiche vantano in genere una storia più o meno antica che di solito coincide o viene almeno influenzata dalle dominazioni che ha subito nel tempo.

Un esempio lampante delle culture parallele è senza dubbio la città di Casablanca, situata nella parte occidentale del Marocco, sulla costa dell’Oceano Atlantico.

Viaggi a Casablanca - vacanze in Marocco

Viaggi a Casablanca – vacanze in Marocco

 

Casablanca non ha un passato glorioso, ma un viaggio in questo luogo significa osservare la modernità che si accosta ai culti tradizionali, i palazzi lussuosi e svettanti che stridono rispetto alle abitazioni povere e degradate. Il primo impatto in questa città piò avere un effetto dirompente, di disorientamento, perché ci si ritrova a chiedersi quale sia la parte vera del posto.

Casablanca in effetti a inizi 900 è stata colonia francese, come gran parte del Marocco d’altronde, e ne ha conservato alcune peculiarità. Non a caso possiamo trovare la Chiesa di Notre Dame di Lourdes e la Cattedrale del Sacro cuore. Forse sono nate sotto modello francese, la cosa certa è che per quanto siano moderne perché edificate nel 1900 hanno dei dettagli della sofisticatezza francese. Le vetrate della chiesa di Notre Dame sono incantevoli e celebrano scene di vita dei marinai, in effetti Casablanca deve molto della sua f

 

ortuna economica alla presenza del porto grazie al quale si svilupparono i commerci e dunque demograficamente cresceva.

Casablanca-by-Dragunsk

Viaggi a Casablanca

La Moschea di Hassan II è la testimonianza che nella città di Casablanca c’è ovviamente anche l’aspetto prettamente marocchino, questo edificio ha la particolarità di essere aperto anche ai non musulmani. Lo strabiliante effetto che ha a prima vista dura nel tempo, le dimensioni gigantesche, il fatto che abbia il minareto più alto al mondo, 210 metri e che possa ospitare fino a 20.000 fedeli, incute un certo senso di soggezione.  Un tempo il minareto era usato anche come faro sul porto.

La medina, invece cioè il centro storico della città non è curato e ben tenuto come negli altri paesi marocchini, ma ha comunque il suo fascino, totalmente composta da vicoli e stradine tortuose, lo stato pseudo selvaggio in cui si trova però favorisce la non artificialità del luogo e l’aria che si respira è quella autentica marocchina.

Nell’altra medina, quella nuova, cambia tutto, i palazzi sono moderni e scompare un pò di quella naturalezza, ma questo è il luogo adatto per andare in un Souk che sarebbe il mercato locale e acquistare souvenir di ogni genere.

Casablanca aspetta chiunque riesca ad andare oltre la sua apparenza.