Birmania viaggi nel paese delle meraviglie

Birmania

Birmania viaggi nel paese delle meraviglie immersa in un paradiso nascosto, intrigante e sorprendente, mantiene intatta la maggior parte delle sue tradizioni.

Se qualcuno  ha intenzione di recarsi in Birmania per rispondere prima alla domanda: “E ‘saggio andare in Birmania?». Nel 1996, il boicottaggio contro il turismo ha cominciato con gli arresti domiciliari di Aung San Suu Kyi, Nobel per la Pace e l’opposizione del regime birmano.

birmania foto

Tuttavia, i recenti sviluppi e timida apertura in Birmania , portano ogni speranza di trasformazione. L’attivista iconico, dopo 15 anni di carcere, è stato rilasciato ed è ora un candidato per le elezioni in Birmania. Il governo ha anche iniziato a rilasciare circa duecento prigionieri politici degli oltre 2.000 esistenti.

Anche se l’apparenza è calma, si sente una certa tensione nell’aria. Ma i viaggiatori che osano visitare questo bellissimo paese devono essere informati delle loro peculiarità, che sono molte E ‘difficile migliorare la descrizione della Birmania, di Rudyard Kipling: “.  Birmania un terreno completamente diverso da qualsiasi altro conosciuto”

BIRMANIA10

Anche per questo scrittore, che ha viaggiato a più di un centinaio di paesi, la Birmania è uno dei più affascinanti e genuini che ha conosciuto. E ‘facile immergersi in un sogno o una fantasia magica favola anacronistica. E ‘come se si stesse astratte completamente dal mondo da cui proviene.

Per cominciare, i birmani non hanno alcun cognome. Sono l’unico sud-est asiatico vestito mantenendo tradizionale: il longyi, un tubo di cotone o gonna fino ai piedi, che è annodato in vita ed è utilizzato da entrambi i sessi. Quindi ci sono pantaloni molto pochi, fatta eccezione per i militari.

E la maggior parte dei suoi abitanti, soprattutto donne, del corpo e il viso imbrattati di Tanaka (segatura), una specie di color carne trucco che protegge dal sole e dà un piacevole aroma. Quanto sopra è solo un breve esempio dei modi per sorprendere il visitatore in Birmania.

Dal momento che la Birmania è veramente sorprendente di questa e molte altre ragioni: etnica, culturale, religioso, paesaggio e monumenti. Quindi, se potete, conquístelo come fece William Faulkner: le suole delle sue scarpe.

birmania

Ritorno al passato in Birmania

L’isolamento sociale e politico in Birmania, che per anni custoditi i capi della comunità internazionale per la detenzione di Aung San Suu Kyi, la Birmania divenne un paese nativo, stretto e molto conservatore. Tesori sue tradizioni intatte, poiché vi è poca influenza esterna.

Prova di ciò è che non c’è alcun operatore cellulare. Essi possono solo effettuare chiamate attraverso il telefono dall’hotel (che, per inciso, la maggior parte appartengono al governo), la ex Birmania fa parte di Asia, dove quasi nulla è cambiato da periodo coloniale britannico. In nessun altro paese della regione si può vedere così tante gonne, turbanti e costumi esotici, che sono anche in grado di identificare i vari gruppi etnici che abitano il territorio della Birmania. Profumi e colori si mescolano in un ambiente che ti trasporta in un altro tempo.

Il mondo dinamico di Yangon

Un itinerario classico  della Birmania dovrebbe includere almeno i quattro città più interessanti. Bagan, Amarapura, Mandalay e Yangon, la capitale di quest’ultima, la capitale fino al 2006 è una città colorata e caotica. Ma la vita della città è molto interessante a causa del suo cosmopolitismo e ricchezza etnica.

L’icona è la Pagoda Shwedagon, la più grande del paese, considerata una delle meraviglie del mondo. La sua grande cupola dorata di quasi 100 m. di altezza, è visibile da tutta la città. Vale la pena passare il tempo in questo incredibile pezzo di 2.500 anni. Ignorare questa visita è come andare a Parigi e non vedere la Torre Eiffel. E ‘il luogo più sacro per i buddisti. È interessante notare che la loro vera identità sessuale del Buddha è ancora un mistero. In realtà, alcune delle monumentali figure mostrano un volto effeminato.

Passeggiando attraverso il centro di Yangon, si può anche visitare monumenti buddisti, come il tempio della seduzione Suye GyiHtatChauk Paya, che è la famosa immagine Buddha disteso, 65 m. in lunghezza. E, naturalmente, andare al famoso Bogyoke Aung San Market, un paradiso di duemila negozi di bigiotteria. In esso, oltre a pratiche di contrattazione obbligatoria (fino al 50%), il viaggiatore farà bene a comprare le pantofole per soddisfare le esigenze di off-protocollo scarpe ogni volta che si visita un monumento buddista.

Tra i ricordi che si possono portare in Birmania sono le longyi tipici, oggetti artigianali, ombrelli, lacche, marionette, gioielli, giada, gioielli ecc. Ma il più interessante, ovviamente, è quello che porta nella propria memoria: non si può facilmente cancellare dalla memoria la strana sensazione di aver atterrato su un altro pianeta …

Bagan, Birmania e centro della città di pagode

Un’altra città da visitare è Bagan. Questo è uno dei più ricchi siti archeologici in Asia. Situato nel Midwest e lungo il famoso fiume Irrawaddy (“il fiume più bello del mondo”, ha detto Pablo Neruda), scioccando le migliaia (yes migliaia) di templi costruiti tra i secoli XI e il XIII. All’interno di sculture del Buddha si aspettano sempre. Alcuni sit indietro e sorridere, il giusto atteggiamento del nirvana.

Nota: il cluster dei templi, molto vicine tra loro, è una visione irreale schiacciante. E ‘come se non avete avuto alcun altro aspetto più vitale ed emozionante che il Buddhismo nel paese, che è ovviamente la religione di maggioranza. Trova monaci nella minestra (per il birmano di essere un monaco è come un “servizio sociale” quasi obbligatorio) e vivere di carità.

Con la testa rasata e indossando abiti rossi nelle sue mani mendicanti pozzi incontrano tutti i giorni riso e altri prodotti alimentari nei mercati. I suoi sentimenti per aspiranti monaci sono un misto di pietà e di ammirazione. A volte non riesci a trovare un significato più profondo (se presente) di questo stile di vita auto-sacrificio.

Alcuni dei monumenti, come la Pagoda di Shwezigon, sono davvero sorprendenti perché contengono reliquie autentiche del Buddha e la sua cupola d’oro, a forma di campana, è l’icona più bella la Birmania.

È possibile completare l’avventura con un giro sulle navi maestose nel fiume Irrawaddy, gustando piatti della cucina locale e visitare alcuni villaggi fuori dal sentiero battuto, come Taungoo e Namhsan tra risaie e pagode.

birmania2

* Dal 1989 il nome ufficiale del paese è il Myanmar

Francisco Gavilan è uno scrittore e psicologo. Ha viaggiato in oltre 100 paesi e ha vissuto con altri nomadi in Kazakhstan e con gli indiani Mapuche nelle Ande Cilene. Ha pubblicato numerosi articoli e di auto-aiuto libri sono stati tradotti in diverse lingue. Www.franciscogavilan.net