Fiori di Bach combattono la paura dei esami maturità

 

esami maturita

Fiori di Bach californiani e australiani aiutano la memoria e dissolvono l’ansia di affrontare maturità ed esami; scopri i fiori giusti. Fiori giusti scacciano lo stress da esami

La natura aiuta gli studenti con i fiori di bach



Le ultime settimane di scuola sono le più faticose per gli studenti, specie per chi deve affrontare gli esami di maturità (o di terza media). Per sostenere l’organismo ci viene in soccorso la natura con i fiori di Bach, i fiori californiani e i fiori australiani, rimedi efficaci e privi di qualunque tossicità in grado di aiutare i nostri ragazzi a potenziare le loro risorse.

Il fiore californiano Blackberry aiuta a trovare la voglia di studiare

Oltre ai più famosi fiori di Bach, ve ne sono altri molto utili; ad esempio il californiano Blackberry dà l’energia giusta per recuperare i brutti voti e affrontare il rush finale, poiché è utile per stimolare la determinazione a realizzare i propri progetti. Questo fiore è adatto a tutti gli studenti che hanno bisogno di una spinta per studiare.

Se manca la concentrazione usare i fiori di Bach Chestnut Bud  e Clematis

In associazione questi due fiori di Bach aiutano a memorizzare le nozioni. Certi studenti fanno un’enorme fatica a rimanere concentrati sui libri e appaiono distratti, svagati, sempre con la testa tra le nuvole. Chestnut Bud e Clematis sono i fiori di Bach più adatti a loro.

Il fiore australiano Bush fuchsia scioglie la “parlantina”

Questo rimedio migliora l’eloquio e fa superare in scioltezza le interrogazioni. Per fare bella figura agli esami non basta aver memorizzato una grande quantità di nozioni: bisogna anche esporle con scioltezza, esprimersi in modo chiaro, apparire disinvolti. Un aiuto nel facilitare l’esposizione ci è quindi offerta da Bush Fuchsia, il rimedio australiano che favorisce la comunicazione, aiuta a sentirsi più sicuri e disinvolti davanti agli altri e migliora la creatività nel condurre il colloquio.

I fiori di Bach Larch, Mimulus e Gentian curano la paura di non farcela

Da soli o in cocktail, i fiori di Bach combattono l’ ansia. Con l’avvicinarsi degli esami, la “fifa” aumenta in modo esponenziale. Contro la paura di non farcela, il senso di inadeguatezza e la convinzione di non essere all’altezza  il rimedio più indicato è il fiore di Bach Larch, che aiuta a diminuire il timore e rafforza l’ autostima. Il fiore di Bach Mimulus permette di superare la timidezza, la paura del giudizio, associate a batticuore, rossori, sudorazione, nausea o mal di pancia. Se poi, negli ultimi giorni, il pessimismo prende il sopravvento e i ragazzi appaiono scoraggiati, il fiore di Bach Gentian li rende fiduciosi e ottimisti.

Come assumerli
I fiori di Bach si assumono nel seguente modo:
5 gocce 4 volte al giorno lontano dai pasti per almeno 15 giorni.