Cancro alimentazione e dieta secondo John Hopkins

CANCRO E DIETA SECONDO  JOHN  HOPKINS

Dalla prestigiosa istituzione Ospedaliera ed Universitaria Americana “John Hopkins” (fonte: http://www.hopkinsmedicine.org/ )
viene riportato quanto segue che evidenzia l’importanza della nutrizione sullo sviluppo delle cellule cancerose.

Aggiornamento sul cancro dalla “John Hopkins”

1) Ogni persona ha cellule cancerose nel corpo. Queste cellule non sono rilevabili dai test fino a quando non si moltiplicano a qualche milione di unità. Quando i medici dicono ai malati di cancro che non ci sono più cellule cancerose nel corpo, questo significa semplicemente che questo sono scese sotto la soglia minima rilevabile.

2) La formazione di cellule cancerose avviene tra le 6 e oltre le 10 volte nell’arco di vita di una persona.

3) Quando il sistema immunitario di una persona è forte, le cellule cancerose verranno distrutte e verrà cosi prevenuta la loro moltiplicazione (che porta a formare un tumore).

4) Quando una persona ha un cancro, questo indica che la persona ha carenze nutrizionali multiple. Queste potrebbero essere dovute a fattori alimentari, genetici, ambientali o di stile di vita.

5) Per superare le carenze nutrizionali multiple, cambiare dieta e includere dei supplementi. Questo rafforzerà il sistema immunitario.

6) La chemioterapia comporta l’avvelenamento delle cellule cancerose che si sviluppano rapidamente, ma comporta anche la distruzione delle cellule sane a rapido sviluppo come quelle nel midollo osseo, nel tratto gastrointestinale, etc, e può causare danneggiamento degli organi, come fegato, reni, cuore, polmoni, etc.

7) Le radiazioni, mentre distruggono le cellule cancerose, bruciano e danneggiano anche le cellule sane, i tessuti e gli organi.

8) Inizialmente il trattamento con chemioterapia e radiazioni, molto spesso riduce le dimensioni del tumore. Comunque, il trattamento prolungato con chemioterapia e radiazioni, non porterà ad una ulteriore distruzione delle cellule tumorali.

9) Quando il corpo ha una sovraccarico tossico dalla chemioterapia e dalle radiazioni, il sistema immunitario ne viene compromesso o distrutto, e qui la persona può soccombere a causa di vari tipi di infezioni e complicazioni.

10) Chemioterapia e radiazioni possono inoltre causare la mutazione delle cellule cancerose che possono divenire più resistenti e difficili da distruggere. La chirurgia inoltre, può causare la disseminazione e la diffusione ulteriore delle cellule cancerose in altre parti del corpo.

11) Un modo efficace per combattere il cancro, è far “morire di fame” le cellule cancerose privandole del nutrimento che esse necessitano per moltiplicarsi.

LE CELLULE CANCEROSE SI NUTRONO COSI’:

a) Lo zucchero è un nutriente per il cancro. Eliminando lo zucchero si elimina una importante fonte di alimentazione per il cancro.
Alcuni dolcificanti artificiali sono comunque dannosi. Meglio privilegiare dolcificanti naturali come ad esempio potrebbero essere la molassa o il miele di manuka, ma solo in piccolissime quantità. Il sale da cucina, invece, è trattato con degli sbiancanti. Meglio privilegiare sale marino integrale o similari.

b) Il latte causa la formazione di muco nel corpo (mucogeno), specialmente nel tratto gastrointestinale. Il cancro prolifica con il muco. Eliminando il latte e sostituendolo con latte di soia, le cellule cancerose vengono private del nutrimento.

c) Il cancro prospera in un ambiente acido. Una alimentazione basata sulla carne è acidificante. Meglio invece mangiare pesce e piccole quantità di pollame, piuttosto che manzo o maiale. La carne contiene inoltre antibiotici per bestiame, ormoni per la crescita e parassiti, tutti elementi dannosi, soprattutto per persone malate di cancro.

d) Una dieta basata su un 80% di vegetali freschi ed in succo, granaglie integrali, semi, noci, e un poco di frutta, aiuta il porre corpo in un ambiente alcalino. Un restante 20% può provenire da cibo cotto, ivi inclusi i legumi. Vegetali freschi e i loro succhi, forniscono enzimi vitali che sono facilmente assorbiti e che raggiungono il livello cellulare in circa 15 minuti per nutrire e aumentare la crescita delle cellule sane. Per ottenere questi enzimi vitali per far crescere cellule sane, provare e bere succhi vegetali freschi (di tutti i vegetali, germogli inclusi) e mangiare vegetali crudi 2 o 3 volte alò giorno. Gli enzimi vengono distrutti a temperature oltre i 40 gradi centigradi.

e) Evitare caffe te e cioccolato, che contengono molta caffeina. Il te verde è un ottima alternativa e ha anche proprietà anticancro. Acqua: meglio bere acqua purificata o filtrata (o minerale) per evitare tossine e metalli pesanti presenti nell’acqua di rubinetto. L’acqua distillata è acidificante, evitarla.

12) Le proteine della carne sono difficili da digerire e richiedono una grossa quantità di enzimi digestivi. La carne non digerita rimane nell’intestino a lungo, va in putrefazione e aumenta il carico delle tossine nel corpo.

13) Le cellule cancerose hanno uno spessa copertura proteica. Mangiando meno carne si liberano più enzimi per lo scopo di attaccare la parte proteica delle membrane cellulari delle cellule cancerose e permette alle cellule killer del sistema immunitario di distruggere le cellule cancerose.

14) Alcuni supplementi rinforzano il sistema immunitario (IP6, Flor-ssence, Essiac, anti-ossidanti, vitamine, minerali, EFAs, etc.) e facilitano il compito delle cellule killer del sistema immunitario nel distruggere le cellule cancerose. Altre supplementi, come la vitamina E , sono note per facilitare la apoptosi, la morte cellulare programmata, un metodo del corpo per liberarsi di cellule non desiderata, danneggiate o non necessarie.

15) Il cancro è una malattia del corpo, della mente e dello spirito. Uno spirito proattivo e positivo, aiuta a sopravvivere chi lotta contro il cancro. Rabbia, amarezza e risentimento, invece, pongono il corpo in un ambiente acido e stressato. Imparare ad avere uno spirito che sa amare e perdonare. Imparare a rilassarsi e a godersi la vita.

16) Le cellule del cancro non possono prosperare in un ambiente ricco di ossigeno. L’esercizio giornaliero e l’abitudine di respirare a fondo, aiutano a portare ossigeno a livello cellulare. L’ossigeno-terapia è un altro modo per distruggere le cellule cancerose.

Per finire una sintesi sull’effetto dannoso della plastica soprattutto se portata ad alta temperatura e peggio ancora se anche a contatto dei grassi alimentari (può liberare diossina nei cibi). Per cucinare meglio privilegiare l’uso di materiali inerti come vetro etc.

“Di tutto quello che mangiamo, solo 1/3 serve a far vivere noi. Gli altri 2/3 servono a far vivere i medici”. (Antico proverbio cinese)

Pagine: 1 2