Alimentazione e Diete


Il limone è ricco di acido citrico e di vitamina C e P, oltre a numerosi flavonoidi, inoltre tannini e cumarine. La buccia è ricca di un essenza che ha una potente azione battericida, e contiene B- pinene, Y- citrale, Y-nerale, Y-terpinene, geraniale.
Contrariamente a quello che si crede il succo di limone non disturba lo stomaco se diluito con molta acqua (1-1,5 litri), da bere durante il giorno; anzi l'acido citrico ha un azione molto simile agli antiacidi di ultima generazione, agli inibitori di pompa protonica, poichè inibisce anche in piccole dosi la produzione di acido cloridrico dello stomaco. Diluito è pertanto indicato in chi soffre di gastrite, di reflusso gastro esofageo e di ulcera. Si diluisca per questo il succo di 3-4 limoni in 1,5 litri di acqua e si beva durante il giorno.
Oltre alle proprietà antiacide il limone ha molte altre proprietà. La sua ricchezza di Vit C, di Vit P, e di flavonoidi hanno un azione protettiva delle arterie e preventiva delle malattie cardiovascolari in modo più marcato di qualsiasi altra pianta medicinale. E' quindi un antiaterosclerotico di straordinaria efficacia.
Il succo di limone anche se acido a livello sistemico ha un azione alcalinizzante perchè provoca una gran formazione di citrati (citrato di calcio, di sodio e di magnesio), per cui favorisce la deposizione di calcio nell'osso insieme alla Vit D3.
Inoltre per la sua azione alcalininizzante determina una modesta bradicardia che si rivela utile nelle tachicardie parossistiche, nelle extrasistoli ed in particolare ha un azione terapeutica nella miocardiopatia cronica dilatativa dove può bloccare il decorso della malattia senza il sussidio di altri farmaci.
Inoltre la sua azione diuretica è quasi simile a quella della furesemide, ma determina una maggior epulsione di tossine presenti nell'organismo. Le tossine sono una delle cause dell'ipertensione perchè vanno ad ostruire il circolo capillare.; si formano generalmente dopo ogni pasto soprattutto proteico. Questo spiega la marcata azione ipotensiva del limone, paragonabile a quella degli Ace-inibitori, dei Sartani e dei Calcio-antagonisti.
Per avere una buona azione ipotensiva si diluisca il succo di quattro limoni in 1,5 litri di acqua, da bere a bicchieri durante il giorno. Talvolta l'azione ipotensiva è così marcata che si deve ridurre la quantità di liquido assunto. Il limone funziona anche nelle ipertensioni resistenti ai farmaci e ne permette la sospensione. Si tenga poresente però, che con la sospensione dei farmaci la pressione va monitorata ogni giorno, meglio due volte al giorno.
Il limone ha anche un azione simil digitalica, cioè aumenta la forza di contrazione cardiaca; per questo si usi sempre il succo di quattro limoni diluiti in molta acqua da bere durante il giorno. E' stupefacente vedere in questi casi come rientra lo scompenso cardiaco, con una risoluzione dell'edema perimalleolare, una diminuzione della dispnea sia da sforzo che a riposo, ed una riduzione della frequenza cardiaca.
Il limone, così diluito, ha un ottima azione anche nel diminuire il colesterolo ed i trigliceridi, paragonabile alle statine di ultima generazione. a questo proposito si diluiscano quattro limoni in 1-1,5 litri di acqua e si beva durante il giorno (anche la sola acqua per la sua azione di aumentare la diuresi e quindi di eliminare le scorie in circolo esercita un azione potenzante del succo di limone).
Il succo di limone, così diluito provoca una marcata diminuzione anche dell'acido urico, per cui è utile nella gotta e nell'uricemia.
Un altra marcata proprietà che ha il limone è quella di aumentare le difese immunitarie, per la sua Vit C che equivale ad 1 gr di vitamina C di sintesi essendo accompagnata anche da Vit P e da bioflavonoidi. Utile pertanto in tutte le malattie infettive soprattutto virali, ma anche nelle forme batteriche, per la più rapida cicatrizzazzione delle piaghi soprattutto diabetiche.
Contrariamente a quello che si crede, il limone non è controindicato nel diabete anche se ricco di zuccheri, ma esercita una discreta azione ipoglizemizzanti, inoltre i suoi principi attivi esercitano un azione positiva sui recettori insulinici, tanto che determinano un maggir ingresso dell'insulina nelle cellule. Può essere pertanto usato come ipoglicemizzante nel diabete, e se si usa bisogna fare attenzione se si somministra insulina, perchè questa può determinare un ipoglicemia marcata; servono pertanto dosi di insulina più basse, se non talvolta la sospensione completa. Il limone è utile nel diabete anche per la sua attività protettiva a livello capillare e della parete arteriosa e venosa, che geneneralmente può essere danneggiata da un eccesso di zuccheri nel sangue; il succo del limone previene questi danni. A questo proposito si usi sempre il succo di quattro limoni in molta acqua da bere durante la giornata. E' utile pure perchè favorisce la cicatrizzazzione delle ulcere diabetiche, e favorisce la guarigione del piede diabetico.
Il limone è un ottimo fluidificante del sangue e può essere usato al posto dell'aspirinetta, perchè riduce l'adesività piastrinica; a questo proposito si usi sempre il succo di quattro limoni diluiti in molta acqua.
Il limone ha pure un azione febbrifuga paragonabile al paracetamolo, solo che a differenza di questo non presenta nessuna attività sull'enzima glutatione-perossidasi( che viene puntualmente inibito dal parecetamolo e di conseguenza vengono inibite le difese immunitarie).
Quindi riassumendo il limone esercita:
- Una spiccata attività anti aterosclerotica per la sua Vit C, Vit P, e Bioflavonoidi che proteggono la parete arteriosa
- Un attività di prevenzione delle malattie cardiovascolari.
- Un eccellente attività nel curare la miocardiopatia cronica dilatativa.
- Una buona attività nel ridurre il colesterolo ed i trigliceridi uguale alle statine di ultima generazione
- Se diluito con acqua un azione antiacida a livello gastrico che risulta utile nelle gastriti e nel ulcera gastrica.
- Un attività ipoglicemizzante perché favorisce l’azione dell’insulina , che risulta utile nel diabetico
- Un attività cicatrizzante le ulcere diabetiche e non, ed un attività che favorisce la guarigione del piede diabetico.
- Un attività alcalinizzante che favorisce il depositarsi di calcio nell’osso, riduce la frequenza del battito cardiaco e migliora lo scompenso cardiaco.
- Un attività simile alla digitale nell’aumentare la forza di contrazione cardiaca.
- Un ottima attività fluidificante del sangue simile all’aspirinetta.
- Un ottima attività nell’aumentare le difese immunitarie che si rivela particolarmente utile nelle malattie virali.
- Una discreta attività febbrifuga paragonabile a quella del paracetamolo, ma senza gli effetti collaterali che ha questo farmaco.
L’unica controindicazione per assumerlo è la cirrosi epatica perché in questo caso il fegato non riesce a metabolizzare l’acido citrico.
Il succo di limone può essere abbinato a tutti i farmaci, solo con la sua essenza bisogna fare una certa attenzione poiché i principi dell’essenza possono legarsi al citocromo P450 spiazzando numerosi farmaci.
Si assuma sempre il succo di 3-4 limoni diluiti con molta acqua da bere a bicchieri durante il giorno.
Il succo di 4 limoni può sostituire 7-8 farmaci di sintesi.

 

Siamo anche nel social:

Oroscopo 2016 per ogni segno zodiacale

GLITTER 6d186373f18b69673dc558a31b2cf5ab

Sfondi 478e72a5a9ccea63ca2137e6c8afc376

Moda Primavera Estate 2017

Moda Primavera Estate 2017

 

Capelli
  • 02/05/2013
  • By GrafiksMania

Come schiarire i capelli naturalmente?

Come schiarire i capelli naturalmente? Le sostanze chimiche possono danneggiare i capelli così si svolta verso soluzioni naturali, è meglio se si vuole evitare i danni dei capelli. Per schiarire i...