Rossetto e Fard – guida all’applicazione

Rossetto e Fard – guida all’applicazione. l Rossetto: l’arma di seduzione per eccellenza! Quando si parla di cosmetici è inevitabile pensare al rossetto, il prodotto più usato dalle donne, capace di dare un tocco glamour al più semplice dei look.

blush

Rossetto e Fard – guida all’applicazione

Mini guida all’applicazione di rossetto.

lipsticks

Rossetto e Fard

lead-free-lipstick

Rossetto e Fard

Che si tratti di un color “nude”, di un rosa o di un rosso scarlatto, non vogliamo che il nostro rossetto ci lasci dopo poco tempo dall’applicazione o crei sbavature indesiderate. Ecco alcuni accorgimenti per evitare questi problemi:

Applicare la matita per le labbra prima di stendere il rossetto ne prolungherà la durata, se applicata su tutte le labbra, e impedirà che fuoriesca dal bordo che avete tracciato. La matita risulterà particolarmente utile per le tinte più scure che necessitano di maggiore precisione nell’applicazione.

Sempre per le tinte più scure applicare il rossetto con un pennellino per labbra, sarete così più precise e avrete meno rischi di sbagliare.
Per le tinte più chiare il rossetto può essere applicato direttamente sulle labbra, facendo comunque attenzione a non superare il contorno tracciato con la matita.

Tamponate con una salvietta di carta o di scottex le labbra e ripete l’applicazione, questo procedimento farà sì che si creino degli strati sottili di prodotto che penetrano nelle labbra come una tinta, prolungando la durata del rossetto.

Quale colore di rossetto è migliore?

Non esistono regole ferree per la scelta del colore da applicare, tuttavia ci sono tonalità che risaltano i vari tipi d’incarnato e di conseguenza il look complessivo:

Carnagione chiara: vanno bene i rosa, gli aranciati e i viola molto chiari
Carnagione un po’ più scura: i rosa intensi e i rossi “rosati”
Carnagione olivastra: i rossi caldi e le tonalità sul marrone
Carnagione molto scura: i magenta e la maggior parte dei viola/porpora
Se avete un sottotono “caldo” abbinate le tonalità con sottotono corrispondente, lo stesso vale per chi ha il sottotono “freddo”.
La regola più importante però, a mio avviso, rimane sempre una: sperimentare! non è detto che un colore vi stia meglio di un altro, qualunque carnagione abbiate!

Il Fard: un tocco di colore sul nostro viso!

fard

Rossetto e Fard

Detto anche “blush”, è lo strumento di bellezza che nel passato veniva usato nelle tonalità del rosa e del rosso per tingere le guance ed ottenere un “colorito sano”.
Oggi ne esistono numerosissime tonalità, disponibili in varie versioni: in crema, in gel e in polvere, il più diffuso.

A ogni carnagione il suo blush!

apply in blush

Rossetto e Fard

Come per il rossetto, anche per il fard esistono delle tonalità che esaltano meglio una  carnagione piuttosto che un’altra:

Carnagione chiara: tonalità rosate, beige, albicocca.
Carnagione scura: toni intensi del color “mattone” e del prugna.
Carnagione olivastra: i toni della cannella e del “mattone” chiaro.

Per una guida sul contouring e su come scolpire al meglio il viso vi rimando al post di Olivia di Confessions of a Makeupholic . In breve si può aggiungere che:
Con un viso rotondo, lo si può allungare applicando il fard dalle tempie e dall’attaccatura dei capelli fino alle guance e poi sulle mascelle sfumando verso il collo.
Un viso allungato lo si potrà accorciare applicando il fard in orizzontale, dall’orecchio al naso e poi nella parte alta della fronte e sul mento.
Se il viso è squadrato, lo si potrà assottigliare applicando il fard in verticale lungo il contorno sfumandolo verso le guance e poi stendendolo sulle mascelle.
Il fard può risultare utile anche sotto lo zigomo per sottolinearne la struttura, al contrario, al di sopra se lo si vuole addolcire.

Rossetto E Fard

Rossetto E Fard

Attenzione a non applicare troppo colore sotto gli occhi: si rischia di sottolineare le occhiaie o eventuali borse.