Pedicure fai da te: Piedi perfetti non solo in l’estate.

Per stare bene fisicamente anche i piedi devono godere di buona salute. Curare la pelle e le unghie dei piedi è quindi fondamentale soprattutto in autunno, dopo che il piede è rimasto per molto tempo in libertà e prima che ritorni costretto in scarpe e stivali.

Pedicure fai da te

Pedicure fai da te: Piedi perfetti non solo in l’estate.

La pelle dei piedi va nutrita quotidianamente come quella del viso, utilizzando prodotti di cosmesi capaci di drenare i liquidi in eccesso e riattivare la circolazione.

Piedi Perfetti Non Solo In L'estate

Piedi Perfetti Non Solo In L’estate

Un relax chiamato pediluvio!

Come abitudine serale, soprattutto se si è obbligati a rimanere a lungo in piedi durante il giorno, è bene concedersi un pediluvio d’acqua tiepida ed aggiungere in essa 3 gocce di oli essenziali quali lo zenzero per il microcircolo, il timo come rinfrescante e la lavanda come rilassante.

In alternativa agli oli essenziali è sempre buona l’abitudine aggiungere nell’acqua una manciata di sale grosso per ottenere un effetto defatigante.

Le buone abitudini

– Dopo avere lasciato i piedi in ammollo per circa 15 minuti, si può procedere a nutrire la pelle con una crema canforata partendo da ogni singolo dito verso i talloni.

– Una volta ogni 15 giorni è bene eliminare le cellule morte della pelle con un peeling levigante, insistendo nelle zone ispessite.

Unghie in perfetta forma

Prima di procedere all’estetica dell’unghia è bene valutarne il suo stato di salute. Se appaiono ingiallite è necessario aggiungere nell’acqua del pediluvio qualche goccia di acqua ossigenata o di altro disinfettante sbiancante.

Se l’unghia risulta molto fragile e tendente a sfaldarsi, va massaggiata quotidianamente con un olio emolliente come quello di mandorla oppure della glicerina liquida. Dopo il pediluvio è possibile intervenire sulle cuticole abbassandole con un bastoncino d’arancio.

Il taglio dell’unghia

L’unghia va sempre tagliata con una tronchesina rispettando la forma quadrata senza insistere troppo sugli angoli, per evitare che si incarnisca, eventualmente si può smussare la parte dell’angolo con una limetta di cartone.

Spazio alla fantasia!

Ora è il momento di dedicarsi alla parte estetica. Dopo aver separato le dita con del cotone idrofilo si da spazio alla fantasia. L’unghia va sempre prima coperta con uno smalto trasparente che protegge e rinforza la cheratina, poi si procede con l’applicazione dello smalto nel colore scelto che va applicato due volte in dose minima e steso il più possibile. Per fissare e lucidare lo smalto si aggiunge un top fissatore.